Zilda

La bellezza rinascimentale   delle figure  dipinte  da   Zilda  è apparsa  a  Napoli. L’artista di Rennes  dipinge  nel suo studio poster che poi incolla  in angoli nascosti, abbandonati , scrostati e insignificanti  della città che,trasformati e abitati dai suoi angeli  e  dalle sue donne  angelicate, acquistano un aspetto completamente diverso. Zilda, mascherato da Pulcinella e nascosto dal cappuccio di una felpa, vaga per i vicoli captando i chiaroscuri di una bellezza a volte sublime, a volte decaduta, e ne trae ispirazione per impreziosirli con  figure straordinariamente belle e sensuali, ispirate da quella vena di sacro e profano che permea la cultura partenopea.

Perché riscrivi e non crei da zero?

Non ho la pretesa né la voglia di apportare nulla a tanti secoli di pittura. Preferisco parlare delle mie preoccupazioni estetiche, delle meraviglie troppo spesso dimenticate di alcuni pittori, e del rapporto intimo che mi lega a queste opere. Lo scopo è lasciare intatto lo stile dell’opera rivisitata contestualizzandola e dandole un senso personale per strada.

In quale misura Napoli ispira le tue installazioni?

Come in tutte le città dalla personalità forte, ho raccolto diverse sensazioni camminando a Napoli. Il sublime ti esplode in faccia senza sosta. Strada per strada, quartiere per quartiere. Non conosco altre città così sconcertanti, generose e capaci di condensare tante cose assieme. Ogni cosa sembra coesistere con il suo perfetto contrario. Napoli è piena di contrasti, talvolta colorata ed esuberante, talvolta buia e infinitamente nascosta. Amo questa città e le sue contraddizioni. Amo i suoi chiaroscuri. Il suo odore di piscia e santità

La maggior parte delle tue installazioni è stata realizzata nel centro storico di Napoli. Perché non hai mai pensato di lavorare in quartieri più problematici e degradati?

Non sono cresciuto a Napoli. Pertanto, non è detto che l’opinione di un francese sui problemi legati alla periferia napoletana interessi a qualcuno. Io in periferia ci vivo. Alla lunga mi sta sul cazzo. In questo senso, quando preparo la valigia, è anche per scappare da questa merda, per andare incontro a un po’ di bellezza. Non sono così folle da fare 2000 km per buttarmi in un quartiere costruito con lo stesso cemento di merda del mio. Al cemento impenetrabile, il centro oppone colori screpolati. La sua architettura meticcia svela secoli passati e impone la nozione di tempo allo spazio. Il centro storico di Napoli è il più grande d’Europa, concentrarsi su di esso significa aprirsi a possibilità infinite. Del resto, è anche l’unico a non aver subito il processo di gentrificazione, è piacevole fare a meno della borghesia nel cuore della città.

Come scegli i posti in cui incollare?

Mi piace l’idea che i miei disegni vengano gestiti dagli elementi. A Napoli, per esempio, il sole che inonda le facciate può creare momenti di puro misticismo. Quando sei ai piedi di un muro e vedi che succede qualcosa di magico o cogli un’atmosfera particolare, a quel punto il grosso del lavoro è fatto.

Scene taken from “Salò, or the 120 Days of Sodom”, 1975 2
Scene taken from “Salò, or the 120 Days of Sodom”, 1975 2
"meditazione"-Zilda Tempio della scorziata Napoli
“meditazione”-Zilda Tempio della scorziata Napoli
Zilda- Beaufort. France
Zilda- Beaufort. France
Zilda- Naples. Italy
Zilda- Naples. Italy
Zilda- Naples. Italy
Zilda- Naples. Italy
Zilda- Naples. Italy
Zilda- Naples. Italy
Zilda- St Malo. France
Zilda- St Malo. France
Zilda- Rennes. France
Zilda- Rennes. France
"Charlotte Corday"- Zilda- Rennes. Italy- 2011
“Charlotte Corday”- Zilda- Rennes. Italy- 2011
Zilda- Naples. Italy
Zilda- Naples. Italy
Zilda- Lorient. France
Zilda- Lorient. France
"Meditazione"- Zilda- Tempio della Scorziata. Naples. Italy
“Meditazione”- Zilda- Tempio della Scorziata. Naples. Italy
"Cupid and Psyche"- Zilda- Naples. Italy
“Cupid and Psyche”- Zilda- Naples. Italy
"l'angelo della morte"- Zilda_ Rannes. France.
“l’angelo della morte”- Zilda_ Rannes. France.
"Visitazione"- Zilda- Naples. Italy
“Visitazione”- Zilda- Naples. Italy
Zilda- Paris. France
Zilda- Paris. France
Zilda- Naples. Italy
Zilda- Naples. Italy
"la chevelure"- Zilda- Naples. Italy
“la chevelure”- Zilda- Naples. Italy
Zilda. Paris. France
Zilda. Paris. France
Zilda- Lorient. France
Zilda- Lorient. France
Scene taken from ”A Thousand and One Nights (Arabian Nights)” , 1974
Scene taken from ”A Thousand and One Nights (Arabian Nights)” , 1974
"Rinunciazione"- Zilda- Naples. Italy
“Rinunciazione”- Zilda- Naples. Italy
Zilda- Naples. Italy
Zilda- Naples. Italy
"La morte e la fanciulla"-Zilda- Naples. Italy
“La morte e la fanciulla”-Zilda- Naples. Italy
"Angel"- Zilda- Naples. Italy
“Angel”- Zilda- Naples. Italy

 

Text from http://www.skipblog.it/2012/12/04/la-street-art-di-zilda-a-napoli/ ; http://www.ziguline.com/zilda-quadri-effimeri-in-una-citta-effimera/